Chiara Villani 20 Aprile 2018

Un progetto concreto. L’associazione Pianeta Studio pronta a mettere a disposizione i suoi spazi

In seguito alla nostra denuncia riguardo la necessità di una biblioteca in zona Cassia, siamo stati contattati dal centro Pianeta Studio, un’associazione culturale situata a La Storta adibita a recupero anni scolastici, corsi di lingua straniera, laboratorio pomeridiano di compiti nonché spazio di incontro per bebè, che si è proposto per portare avanti un progetto che darà vita ad una biblioteca in zona Cassia. Seppure sia un’idea ancora in fase progettuale, per saperne di più abbiamo chiamato la dottoressa Narita Bruni, responsabile di Pianeta Studio e tecnico dell’apprendimento, che ci ha fornito alcune informazioni al riguardo. Il nostro articolo ha spinto alla riflessione su una problematica che era già stata sottolineata da tempo; l’associazione presenta degli spazi a disposizione che si ha intenzione di lasciare e dedicare agli studenti per studiare di pomeriggio dopo le 17.00, in seguito dunque alle regolari attività didattiche del centro. La struttura è regolarmente aperta fino alle 8 di sera, quindi non sarebbe necessario un costo aggiuntivo per il personale, ma verrebbero solo sfruttati degli spazi non utilizzati. Si tratterebbe quindi di un servizio facilmente fruibile, ed inoltre l’associazione è sempre aperta, con chiusura solo la settimana di Ferragosto. Poiché l’Associazione non possiede lo spazio sufficiente per libri cartacei, si tratterebbe di una biblioteca esclusivamente online; il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale (PSND) presenta progetti e pacchetti vari a partire da €500 fino ai €1500 per la creazione di una biblioteca online, che offrirebbe la possibilità di consultare quasi tutte le testate giornalistiche e una grande quantità di libri disponibili in tutte le lingue del mondo. Immaginiamo di avere a portata di mano, senza occupare spazio, migliaia di libri consultabili con pochi semplici clic. Oltre ovviamente al servizio Wi-Fi per i ragazzi e comode sedie e tavoli dove poter studiare e confrontarsi. All’utenza il servizio sarebbe gratuito, con il pagamento esclusivamente di una tessera d’iscrizione (si ipotizza €10 tutto l’anno) per pagare l’assicurazione e rendere tutto regolare. Sebbene il piano di azione non sia stato ancora del tutto delineato, sembra un’operazione realizzabile, ed appaiono di fatto già superate alcune delle problematiche primarie; infatti, al contrario della piccola biblioteca aperta, ad esempio, in un vicino istituto scolastico pubblico sito in Via Cassia, che non funziona adeguatamente in quanto non vi sono i bagni, e sussiste il problema di tenerla aperta grazie all’aiuto di volontari, nella sede di Pianeta Studio il personale e la funzionalità della struttura sono già garantiti. L’idea a noi della redazione è piaciuta così tanto che gli abbiamo dedicato la nostra copertina. I ragazzi di zona avranno un luogo tutto loro per studiare, non più solo i rumorosi tavoli dei bar. Ci manterremo dunque in contatto con l’associazione per essere sempre informati sugli sviluppi della questione, attendendo fiduciosi uno spazio adeguato allo studio e allo scambio di conoscenze in zona Cassia. Pianeta Studio, tra l’altro, è situato nelle immediate adiacenze della stazione FL3 La Storta, consentendo a tutti i ragazzi della zona e di quelle vicine, di raggiungere comodamente la biblioteca in poche fermate di treno. Un’indiscrezione da confermare, la biblioteca potrebbe essere inaugurata già a fine del mese prossimo. Vi terremo aggiornati!

A cura di Chiara Villani

Leave a comment.

Your email address will not be published. Required fields are marked*