Chiara Villani 21 Dicembre 2017

Sono iniziati dei lavori all’interno di quello che è stato fino ad oggi solo un grande eco-mostro

Nel lontano 2001 veniva approvato dalla giunta comunale il progetto per la costruzione di un palazzetto dello sport a Cesano. Il palazzetto, situato in una posizione strategica, ovvero su Via della Stazione, adiacente alla chiesa di S.Sebastiano e del quartiere di Via Pietro Bellino, su carta si prospettava la struttura più all’avanguardia di Roma Nord: un impianto sportivo polifunzionale, con circa 1300 posti a sedere sulle tribune e campi da pallavolo e basket convertibili in base alle esigenze; una sede utilizzabile all’occorrenza anche per convegni e concerti. Nelle vicinanze sarebbero dovuti sorgere persino una palestra per gli allenamenti, parcheggi e uffici. Il palazzetto dello sport offrirebbe quindi un importante centro di aggregazione per la zona più periferica del XV Municipio, sprovvista di strutture pubbliche impiegabili per attività sportive; eppure i cittadini, visti i lavori iniziare nel 2009, dopo ben 8 anni (i tempi inizialmente stimati per i lavori erano di un solo anno) non ne hanno ancora visto l’ultimazione, ma anzi hanno assistito ad un ulteriore deturpamento del proprio territorio: ad oggi difatti, dell’intera struttura vi sono solo le mura di cemento esterne, costruite dalla società appaltatrice torinese Con. Piem. S.p.A., che ha abbandonato i lavori in seguito al proprio fallimento. Ciò che si presenta è dunque un blocco di cemento, un ecomostro visibile da metri e metri di distanza, che oltre a rappresentare un pericolo per l’intera zona, già esuberante di opere inconcluse spesso teatro di attività illegittime, la inquina perfino visivamente. Nel Luglio 2015, il consiglio di via Flaminia ha tentato di sollecitare, visto il finanziamento di circa 1 milione e 700 mila euro, Roma Capitale e il Dipartimento SIMU a dare inizio ad una seconda fase dei lavori. Allora, nonostante l’approvazione per la ripresa dei cantieri, non si mosse nulla. Ma ad oggi pare che nell’area vi siano dei lavori in corso. Abbiamo contattato telefonicamente Daniele Torquati, consigliere e capogruppo PD in XV Municipio, e Giuseppe Mocci, consigliere Forza Italia in XV Municipio, per ricevere da loro aggiornamenti riguardo questa questione. Giuseppe Mocci ci ha detto che: “in questi giorni ci sono stati dei movimenti nel cantiere, ed è stata data una ripulita all’area, ma sembra che l’attività sia stata sospesa, quindi non si comprende se i lavori siano in corso o meno; comunque i fondi sono stati confermati dal bilancio”.Daniele Torquati ci ha confermato che il finanziamento è quello precedente messo in campo con i soldi di Roma Capitale, e che i lavori stanno riprendendo. Ha aggiunto che nelle prossime settimane verrà proposta un’interrogazione per venire a conoscenza delle precise tempistiche di quest’opera, e che ci terrà informati. Dunque per scoprire le sorti del palazzetto dello sport di Cesano non ci resta che attendere, nella speranza che venga realmente completato, possibilmente in tempi brevi, e che non resti un’altra opera inconclusa e degradante per la zona.

A cura di Chiara Villani

Leave a comment.

Your email address will not be published. Required fields are marked*