Chiara Villani 10 Novembre 2017

Idee in Municipio per il recupero e la riqualificazione della struttura, ora in abbandono

Lo scorso mercoledì 25 ottobre il Consiglio del XV Municipio si è riunito in via Flaminia 872 per discutere su delle proposte di risoluzione riguardanti cinque temi amministrativi. L’ultimo punto all’ordine del giorno è stato il recupero dell’ex scuola di via Giglio che, ubicata in zona Giustiniana angolo via Trionfale, è da tempo lasciata alla deriva in balia dei senzatetto, molto probabilmente rendendosi anche teatro di attività illecite. L’edificio, di facile raggiungimento poiché situato non molto distante dalla ferrovia e dai capolinea degli autobus, così abbandonato risulta evidentemente uno spreco e dunque è necessario riabilitarlo per la pubblica utilità, seppur questo richieda un’esosa somma di denaro. I progetti avanzati per la riqualifica dell’ex scuola Giglio sono molteplici: l’edificio potrebbe mantenere la propria assegnazione scolastica, disponendo aule per il Liceo Gaetano De Sanctis e all’Istituto comprensivo La Giustiniana; qualora invece perdesse la propria destinazione originaria, potrebbe ospitare o l’Ufficio Anagrafico del XV Municipio, attualmente collocato in una dispendiosa struttura privata a La Storta, oppure una sede per la Polizia Locale di Roma o per un Commissariato di Polizia. Il Consiglio si è concluso con la richiesta da parte del comitato di Quartiere “La Giustiniana e Dintorni” al Prefetto e al Sindaco per un incontro risolutivo. A distanza di alcuni giorni dall’istanza, abbiamo contattato Francesco Petrucci, Presidente del Comitato, per aggiornarci su eventuali novità. Il Presidente ha ripercorso i punti fondamentali della questione, ovvero che “la richiesta di risoluzione per l’ex scuola Giglio è stata votata in Municipio unanimemente da tutto il Consiglio, ed impegna il Presidente del Municipio ad attivarsi per la rimessa in attività dell’edificio scolastico con la funzione per cui originariamente era stata costruita, o altrimenti, se questa opzione non fosse percorribile per motivazioni economiche o burocratiche-amministrative, destinarla ad un altro utilizzo, valutando un affidamento tramite bando della struttura per altre attività.” Inoltre Petrucci ha ribadito l’importanza di non trasformare il luogo in un centro di abbandono, tanto che ha affermato: “Puliamo sempre il contorno della scuola, ma ad oggi all’interno risulta “abitata” da persone senza fissa dimora, perciò ci impegniamo in modo tale che non diventi un accampamento.” Per un reale avviamento dei lavori ancora non ci sono notizie, poiché: ”stiamo attendendo il bilancio del Comune per capire se sono stati destinati dei fondi a quest’opera” Abbiamo parlato anche con Giorgio Polesi, il segretario del Comitato, il quale ci ha informato in via ufficiosa che: “anche se ancora non dichiarato ufficialmente, siamo disponibili, qualora venga confermata la sanifica, di chiudere porte e finestre murandole a nostre spese e di fare una guardiania fino a quando non verrà assegnata in gestione a qualcuno”. Abbiamo contattato anche Pasquale Russo (M5S), Assessore a Scuola del XV Municipio, per domandare novità direttamente alle istituzioni, ma lo abbiamo trovato molto impegnato nelle sue mansioni, e perciò ci ha invitati a ricontattarlo per avere il tempo sufficiente a documentarsi e ad affrontare la tematica. Dunque torneremo presto con lui sull’argomento. Ebbene, bisognerà aspettare notizie dal comune per scoprire quale destino è riserbato all’ex scuola di via Giglio; rimaniamo fiduciosi che almeno uno dei tanti progetti avanzati dal Consiglio venga concretizzato, affinché non rimanga l’ennesima area di degrado del Municipio.

A cura di Chiara Villani 

Leave a comment.

Your email address will not be published. Required fields are marked*